Aringhe - sarde a beccafico alla palermitana

una ricetta antica ed un pesce nordico oggi su www.lacasasullascogliera.net
Questa è una delle mie ricette preferite. Non solo perché è buonissima e davvero facile e veloce, ma soprattutto perché le sarde a beccafico sono una delle prime specialità palermitane che ho assaggiato venendo in Sicilia. Ed uno dei piatti che mi ha conquistato al primo assaggio, al primo morso.
Ne sono rimasta tanto abbagliata, innamorata, da inserirle nel menù della cena di nozze, insieme ai panini con le panelle ed ai fichidindia.

una ricetta antica ed un pesce nordico oggi su www.lacasasullascogliera.net
In questo caso, però, le sarde si sono trasformate in aringhe, splendido pesce di mare "freddo", mare del Nord, pescato e non allevato [cosa non da poco] e dal sapore inconfondibile e ottimo. Ogni volta che trovo i filetti già puliti li prendo senza esitazioni. So già che a beccafico saranno ottimi e  non avranno nulla da invidiare al piatto originale.
Del resto, anche la versione palermitana con le sarde  non è che una copia povera di una ricetta inventata nelle cucine nobili, quella degli uccelletti, i beccafichi appunto, che venivano preparati e farciti allo stesso modo.
La preparazione è davvero semplice e velocissima ma il risultato è davvero sublime.

una ricetta antica ed un pesce nordico oggi su www.lacasasullascogliera.net
[Aringhe a beccafico alla palermitana]
*  1 kg. di aringhe fresche pulite ed aperte
*  10 cucchiai di pangrattato [meglio se di pane di rimacina]
60 g. di uvette [meglio passolina, quella piccola e di color prugna che viene fatta essiccare al sole, molto usata per i piatti tipici siciliani]
*  60 g. di pinoli
*  1 cucchiaio di zucchero
*  foglie di alloro
*  succo e fette di arancia bio
*  olio evo e sale

Accendete il forno a 160°.
Lavate bene il pesce e deponetelo a scolare. Nel frattempo, tostate il pangratto in padella senza olio, una volta pronto, conditelo a crudo con un filo di olio evo e mescolatelo alle uvette, ai pinoli ed allo zucchero.
Farcite le aringhe ed arrotolatele su se stesse. Riponetele in una teglia alternate ad una foglia di alloro. Cospargete ancora con pangrattato, olio ed il succo dell'arancia. Decorate ciascuna aringa con una fettina di arancia.
Cuocete al forno per 20 minuti.

una ricetta antica ed un pesce nordico oggi su www.lacasasullascogliera.net