Vota e sbota alla Stidda




Vi avevo anticipato l'altro giorno che presto vi avrei raccontato della nostra cenetta "di famiglia", come piace dire a Matilde, in Contrada Parrini [un piccolo gruppo di casette, un borgo antico ed affascinante a pochi chilometri da casa nostra]. 
Ed eccoci qui: alla Stidda,
antica pizzeria di vota e sbota, ruspante e semplice come il cibo meravigliosamente buono che serve in tavola da anni. 
Sì, lo so, il locale è molto molto scarno, ma proprio nella sua semplicità contadina è nascosto il suo fascino e la sua bellezza: io lo adoro! Questi muri spogli di pietra antica, mezzo diroccati e mai imbiancati, i tavoli di plastica e le tovagliette stesse, di semplice carta, rendono l'ambiente incantevole e assolutamente unico. Mentre le fioriere ed i vasi di coccio, uno diverso dall'altro, con piante grasse e basilico messi alla rinfusa sui vecchi scalini di pietra insieme alle felci ed alle margherite mi ricordano i vasi dei carruggi liguri e casa mia.
Ai Parrini si mangia un ottimo pane con lievito madre e cotto a legna: vedete l'insegna? Il panificio della Za Santa è antichissimo e sforna pane, biscotti e grissini davvero meravigliosi.
Alla Stidda, invece, abbiamo assaggiato un ottimo antipastino di formaggi misti di bufala [c'è un allevamento nella zona che lavora molto bene] e poi la loro specialità, la pizza di rimacino al limone e pecorino, mentre Salvo ha preferito una vota e sbota completa. Si tratta di una focaccia di rimacino cotta a legna e poi farcita con melanzane, prosciutto, caciocavallo ed acciughe, ma poi in realtà la farcitura varia a seconda dei gusti ed è veramente difficile scegliere!
La padrona di casa sforna anche, sempre fresche, delle piccole cassatelle di ricotta di pecora che sono una delizia! Vi verranno servite calde e profumate di zucchero... 

Cosa ne dite, la prossima volta verrete anche voi?

Curiosità:
Ah, dimenticavo, per farina di rimacino, al sud ed in Sicilia si intende la farina di semola rimacinata, cioè la farina di grano duro [che io adoro] e che rende il pane ed i dolci di un meraviglioso colore ambrato e più callosi al gusto.

Per parrini, in siciliano si intende preti.

Per vota e sbota in siciliano si intende gira e rigira.
A furtuna è fatta a rota sempri vota e sbota [la fortuna è una ruota, sempre gira e rigira...]




Elli