Gelo di mellone! [specialità palermitana]


Questo mellone non è buono... pare cucuzza: domani ne facciamo il gelo!
Se siete a tavola e state gustando una bella fetta di anguria e sentite questo commento dalla padrona di casa, allora statene certi, siete in Sicilia, a Palermo e potete ritenervi fortunatissimi. L'indomani, probabilmente, se la padrona di casa ha la mia stessa, meravigliosa ricetta, potrete gustare il dolce palermitano per eccellenza, quello che io adoro di più. 
Il gelo di mellone [leggi budino di anguria].
Il gelo è talmente buono, talmente sublime, talmente bello da mangiare prima con gli occhi che con la bocca... Un piacere per la vista, con quel suo colore rosso cupo, semitrasparente, tremolante come una gelatina, per i suoi pezzi di cioccolato fondente baroccamente, voluttuosamente nascosti nella sua cremosità e per l'olfatto per il suo profumo di anguria, zucchero, cannella e gelsomino fresco. Insomma, nel gelo c'è tutta Palermo, affascinante, ricca, eccessiva, bellissima.

Allora, se siete curiosi, non vi resta che provare la ricetta a casa, sempre che abbiate la fortuna di beccare anche voi un mellone che pare cucuzza...!




[ gelo di mellone ]  
ricetta palermitana 
di Geraldina Piazza


Per uno stampo da crème caramèlle ci vorrà:
* 1 lt di succo di anguria
* 90 gr. di amido di mais
* 150-200 gr. di zucchero a seconda della dolcezza del mellone
* un po' di cioccolato fondente tagliato a coltello
un pizzico di vaniglia bourbon
* una spruzzata di cannella in polvere

Passate l'anguria priva di semi nel passaverdure e filtrate il succo in un a ciotola. Dovete farne 1 litro. In una pentola, sciogliete l'amido con il succo filtrato e poi, a poco a poco, aggiungete il resto fino a sciogliere l'amido completamente.
Aggiungete lo zucchero 150gr. o 200gr. a seconda della dolcezza dell'anguria, la vaniglia ed una spruzzata di cannella in polvere.
Mescolate a lungo sul fuoco finché il succo non diventerà scuro. Mescolando, assaggiate e decidete se aggiungere ancora zucchero o no. Versare nello stampo e dopo circa 1 ora di frigorifero aggiungete il cioccolato a pezzetti e mescolate.

Lasciate in frigo per mezza giornata e poi servite fredda e decorata con fiori di gelsomino freschi [se avete la fortuna di averne in casa].

Elli